Con le donne per la riconciliazione e lo sviluppo del paese

La Casa della Pace e della Riconciliazione

Le donne e le associazioni femminili presenti oggi in Rwanda danno un contributo fondamentale al difficile processo di riconciliazione nazionale. Per loro e con loro, nel 2006, Progetto Rwanda ha inaugurato in uno dei distretti più poveri di Kigali, caratterizzato da disoccupazione e analfabetismo, la Casa della Pace e della Riconciliazione un centro di formazione professionale. Qui le donne hanno accesso a corsi di inglese, cucito, cucina, artigianato ed imprenditoria.

Ogni anno vengono formate circa 250 donne, la maggior parte delle quali riesce ad inserirsi nella vita lavorativa ritrovando la dignità della propria autonomia. Inoltre è stata recentemente avviata una scuola materna per la formazione prescolare dei bambini e per consentire alle mamme di poter conciliare la vita familiare con quella lavorativa.

Grazie alla Campagna Biblioteche Solidali promossa dalle Biblioteche di Roma, all’interno della Case della Pace e della Riconciliazione è stata realizzata una Ludoteca per i bambini del distretto.

Nel 2014, grazie al finanziamento Otto Pert Mille della Tavola Valdese, sono stati attivati i primi corsi di imprenditoria femminile "in esterna" nei distretti di Busanza e Gatenga, così da raggiungere gruppi di donne vulnerabili impossibilitate a frequentare i corsi a causa della distanza delle loro case dal centro di formazione.

La Casa della Pace e della Riconciliazione ha ricevuto due Certificati di Merito per l’impegno nella lotta alla povertà e per il lavoro svolto a favore di una pace durevole tra la popolazione. Il primo è stato assegnato dalla Commissione per l’Unità e la Riconciliazione Rwandese, il secondo dal Distretto di Kicukiro, il quartiere in cui è situato il Centro.