"Dall'inferno si ritorna", il libro di Christiana Ruggeri sulla storia vera di Bibi, sopravvissuta al genocidio

"Dall’inferno si ritorna. Eccome. Ma a farlo sono in pochi e se ne stanno zitti. Non lo raccontano, hanno quasi paura a essere felici. A gridare al mondo e a se stessi “ce l’ho fatta!”, “sono tornato”. Trovano conforto nel silenzio. Li chiamano sopravvissuti, miracolati, fortunati. Ma sbagliano in tutti e tre i casi. Chi ritorna è un vincitore, perché ci ha creduto, perché quando tutto intorno era nero, ha saputo trovare la luce. Ha scommesso sulla vita, quando la davano per spacciata. Ha barato con la morte e ha vinto. Chi è tornato dall’inferno è nato un’altra volta e non lo ferma più nessuno. È come se l’anima avesse portato con sé un’armatura invisibile. Chi è tornato è bianco, nero, giallo, adulto e bambino, maschio e femmina, non conosce frontiere e non ha nazionalità. I vincitori hanno in comune il signi†cato della vittoria: la sopravvivenza. Chi è tornato dall’inferno ha il dovere di raccontarlo, per gratitudine e perché la sua esperienza può aiutare chiunque: in ogni luogo, spazio e tempo. Il premio di vincere la morte non cade mai in prescrizione e contagia in energia vitale chi sta per essere inghiottito dal buio. Per questo ricordare è tutto. Io sono una di loro. E questa è la mia storia"

 

La giornalista del Tg2, Christiana Ruggeri, che da sempre si occupa della situazione minorile e femminile nei paesi del Terzo e Quarto mondo, ha deciso di raccontare la storia vera e terribile di Berenice, per tutti Bibi, sopravvissuta a soli 5 anni al genocidio che nel 1994 sconvolse il Rwanda e sterminò in soli 101 giorni 1 milione di persone, lasciandosi dietro una scia di violenze inenarrabili su uomini, donne e bambini, anche appena nati.

Bibi sopravvive allo sterminio della sua famiglia, fugge da Kigali. Oggi è una giovane donna, studentessa di medicina alla Sapienza di Roma.

La sua storia, piena di dolore, è anche carica di tantissima speranza ed è il motivo per cui, nonostante tutte le difficoltà, la nostra associazione continua ad impegnarsi nei progetti di scolarizzazione e formazione professionale delle fasce più deboli e vulnerabili del Paese.

La metà del ricavato delle vendite del libro Dall'inferno si ritorna edito da Giunti editore sarà devoluto, per volere della sua autrice, alla realizzazione di una mensa per la Scuola Materna di  della Casa della Pace e della Riconciliazione di Kicukiro, a Kigali.